Menu di navigazione

Social Crocetta

FB Crocetta FB Chantaloba Instagram Crocetta Instagram Chantaloba YouTube Crocetta Albums Crocetta


Chantalobacamp

fotoFinale playoff: Gara 1 è di Alba


ALBA 83- S.A.T. CROCETTA 51
Alba: Margheri 13, Dellaiana 1, Dello Iacovo 12, Draghici 10, Gallo 9, Zanelli, Negro 4, Calabrese 4, Colli, Gioda 3, Maino 24, Castillo 3. All Jacomuzzi
SAT Crocetta: Brunetti ne, Martina, Arese 6, Gotti 12, Giusto 12, Ceccarelli10, Francione 8, Bergese, Andreutti, Maccagno 3, Piumatti ne, Pozzi ne. All. Cibrario Sent, Ass. Querio, Pr. Bertossi.
A volte nei grandi appuntamenti si vedono prestazioni inaspettate che non rendono il vero valore della squadra e di recente ne abbiamo avuto conferma sia nelle massime categorie del basket che del calcio. Purtroppo la Crocetta non si è vista ad Alba e questo si capisce dando un occhio al risultato della partita. Non c'è stata partita al Pala958 e non per mancanza di grinta o voglia.
Semplicemente la serata nasce storta. Dopo un miraggio iniziale dove la Crocetta vola con Gotti su assist di Giusto e due bombe consecutive di Francione e Ceccarelli, sul 2-8 si spegne tutto e la squadra di Jacomuzzi passa ad un secco16-8 mentre la SAT tenta solo infruttuosi tiri dalla distanza. Non siamo stati all'altezza della sfida come non lo è stata la coppia arbitrale. Olimpo si porta in vantaggio con Gotti e Giusto unici realizzatori dei pochi punti raccolti mentre i padroni di casa chiudono 22-14 il primo parziale.
Non si vede più la Crocetta andare a canestro e questo momento sarà decisivo per la partita, Alba dilaga fino alla bomba di Gotti (-11). Entra Arese per Martina. Le nostre percentuali di tiro parleranno da sole (7/27 TT, 3/19 T3 nella prima metà). Alba ne fa tre triple consecutive (43-20) per sigillare una gara che non sarà più ribaltabile. La squallida raccolta di 8 punti in questo periodo affonda ogni speranza di riprenderla perché Alba si trova già a +27. Dopo l'intervallo è Ceccarelli quello che si riattiva per affrontare la sfida trascinando il gruppo ma Maino è signore del gioco e segna indisturbato. Questa non è la Crocetta che conosciamo e brucia. Non c'è lucidità e neanche i tiri facili entrano, salti inutili se non accompagni il pallone a canestro. Irriconoscibili tutti i nostri. Ad un certo punto due triple di Arese accendo una timida luce ma si chiude 66-38 il terzo parziale.
Non c'è storia da raccontare perché non entra nulla e le rotazioni sono limitate mentre Alba ne ha 12 arruolabili che andranno a referto tutti con minutaggi tra 8 e 23 minuti. Cibrario fa entrare in campo anche Andreutti, classe 99 che sta in campo e recupera qualche pallone. Si subisce altro parziale di 12-0 con perdite di palla in area in attacco e passaggi a vuoto. A fine partita si vede Giusto con delle triple e Francione dalla lunetta ma non rimediano un risultato troppo pesante (83-51). 15/51 ai tiri totali ed un 8/32 al T3 eclatanti. 28 rimbalzi e 5 assist. Ché dire. Brava Alba.
Passiamo pagina e pensiamo a vincere a Torino. Non ci sono alternative. Non ci sono altre possibilità che dimostrare al nostro pubblico cosa sappiamo fare e come sappiamo giocare a basket. Nelle difficoltà abbiamo sempre dimostrato di saper reagire. Ora tocca vincere per regalare al nostro pubblico un'ultima vittoria in casa e giocarcela a gara 3.
Dai ragazzi, noi ci crediamo!

Sponsor

SAT

KA packaging - Imballaggi flessibili e cartotecnici
Doit Display Aldebaran consulenze srl

Partner


Turati 39

Tre denti


Collaborazioni

Sagrantino
Alter 82- Agnelli
Ad Quintum